Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 25 febbraio 2012

Già che mi si pone questa questione, la rigiro a voi. C’è da considerare che mi conoscete solo da quel che scrivo qui, quindi avete una visione parziale di quel che sono, soprattutto se chi sta leggendo è un visitatore casuale. Ma fare una proposta non costa nulla:

CITATEMI UN FILM CHE SECONDO VOI NON MI PIACE
(non uno che ho già detto io, sennò è troppo facile)
Quale film non vi aspettereste rientri nei miei gusti personali?

Intanto ecco la mia scelta:

Monkeybone di Henry Selick

Ci sono almeno due motivi per cui la gente probabilmente non si aspetterebbe questo film. Il primo (e maggiore) è che praticamente nessuno l’ha visto o lo conosce, quindi non gli sarebbe neanche venuto in mente ;P Il secondo è che è abbastanza strano e demenziale in alcune scene. L’ho fatto vedere ad un paio di amici e ne sono usciti delusi. E’ stato un super-mega-flop ((“costò 75.000.000 $, ma ne incassò solamente 7.622.365 $ (piazzandosi al 4º posto dei 10 film che hanno avuto il peggior incasso della storia del cinema“)), ma a me diverte, non so che dire…
Tra l’altro scopro ora che il regista è quello di Nightmare Before Christmas e Coraline, non ne avevo pro proprio idea.
Trama:

Stu Miley (Brendan Fraser) è un fumettista depresso che ha molta fama grazie alla sua serie a cartoni animati che ha per protagonista una scimmietta dispettosa e pervertita chamata “Monkeybone”. Stu è molto intollerante verso l’idea di commercializzare il suo prodotto ed è innamorato della dottoressa Julie McElroy (Bridget Fonda), con la quale sta per fare la dichiarazione. La notte in qui la sta portando a casa per farla, Stu tampona la sua macchina sui tubi di un edificio dopo aver attivato per sbaglio un gommone gonfiabile a forma di Monkeybone, finendo in coma.
Stu si ritrova così in un grottesco e variopinto limbo chiamato Morfeolandia, simile ad un luna park, abitato da creature magiche e persone sospese tra la vita e la morte, che si divertono a guardare gli incubi dei viventi. Stu scopre con più scalpore che la sua creazione, Monkeybone, è viva e in carne ed ossa in questo mondo…

Il film è un mix di live-action e stop-motion. Morfeolandia è pittoresca, piuttosto onirica, abitata da esseri strani. Richiama l’atmosfera di Beetlejuice di Tim Burton. Monkeybone è un personaggio irriverente, abbastanza volgare ma, nonostante non sempre apprezzi quel tipo di comicità, in questo film non mi ha dato fastidio. Io lo trovo simpatico.

Indicazioni per la visione:
Un film surreale, situazioni da cartone animato, scenette comiche, idea curiosa.
In caso foste fan di Streghe, c’è Rose McGowan che fa la donna-gatto.

Read Full Post »