Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for agosto 2011

Il discorso della Tate prima dello spettacolo di Much Ado About Nothing, il giorno in cui David Tennant non ha potuto partecipare perché senza voce.

Ladies and gentlemen, as I’m sure you’re aware this is not the usual start to the show. As some of you may or may not be aware, David lost his voice yesterday and was unable to perform. Unfortunately he is unable to perform tonight. [audience member: Never mind then] Never mind. Never mind, we’ve just got Matt Smith. Um… [audience member: We’ve still got you] What? [We’ve still got you] You’ve still got me. Can I just say your reaction there was extremely generous and very understanding and I really thank you for that because I expected the roof to be raised and myself to be pelted with things. I can guarantee you will have a wonderful night. We have a wonderful production for you. The knock on effect of David being off means that the part of Benedick tonight will be played by an actor called Alex Beckett who took to the stage last night and was well received. As I’m sure you’ll understand it is no mean feat to come out on a West End stage and fill, you know, David’s shoes. He does it in spades and the audience last night was delighted and loved him as I know you will too. That being said, you’ll hate me. No, that being said, the knock on effect to that is Alex usually plays the part of Borachio. That part will now be played by a wonderful actor called Leo Starr. That part, he usually plays the part of the messenger, that part will now be played by a wonderful actor called Joshua Berg. And there will be a quiz during the interval to see if you remember.

I think that’s all I can say. The very important thing I need to say is David feels wretched at letting people down but he simply has no choice, because he has no voice. And that rhymes and I didn’t mean to. Anyway, I will stop now. And the other thing I will say, Catherine Zeta-Jones went on for her understudy for 42nd Street and the next night she was a star. So watch out for Alex Beckett.

Catherine’s speech before the 30 August show of Much Ado About Nothing

http://skyefall.tumblr.com/post/9607892371/ladies-and-gentlemen-as-im-sure-youre-aware

Io amo questa donna!

Read Full Post »

Il mio conto alla rovescia segnala -21 all’inizio della quarta serie di Castle negli USA. Se non ci sono problemi ho intenzione di vedere le season premiere in diretta alle 4:00 del mattino. E’ una piccola follia, ma per Rise questo ed altro!
Riassunto di video che hanno sconvolto e agitato i fan dal ComicCon di San Diego ad oggi.

Questo è ciò che è successo:

Read Full Post »

Hobbit

«Ma pare che non mi possa fidare di nessuno», disse Frodo.
Sam lo guardò sconsolato. «Tutto dipende dal punto di vista» interloquì Merry. «Puoi fidarti di noi in quanto non ti lasceremo mai, nella buona e nella cattiva sorte, fino all’ultimo istante. E puoi fidarti di noi in quanto manterremo qualsiasi segreto e sapremo custodirlo meglio di te. Ma non ti fidare di noi per lasciarti affrontare da solo il pericolo, e partire senza una parola. Siamo i tuoi amici, Frodo, e comunque la decisione è già presa. sappiamo quasi tutto quel che Gandalf ti ha detto; sappiamo parecchie cose sull’Anello; siamo orribilmente spaventati, ma ti accompagneremo, o ti verremo dietro come segugi».

J.R.R. Tolkien, Il Signore degli Anelli – La compagnia dell’anello (p.149)

Read Full Post »

SAM: It’s like in the great stories, Mr.  Frodo. The ones that really mattered.  Full of darkness and danger they were.   And sometimes you didn’t want to know the end. Because how could the end be happy? How could the world go back to the way it was when so much bad had happened? But in the end, it’s only a passing thing, this shadow. Even darkness must pass. A new day will come.  And when the sun shines it will shine out the clearer. Those were the stories that stayed with you… that meant something. Even if you were too small to understand why.  But I think, Mr. Frodo, I do understand.  I know now.  Folk in those stories had lots of chances of turning back only they didn’t. They kept going because they were holding on to something.

 FRODO: What are we holding on to, Sam?

 SAM: There’s some good in this world, Mr. Frodo. And it’s worth fighting for.

Ho rivisto la trilogia de Il Signore degli Anelli tra ieri ed oggi. Credo che non sia difficile riconoscere che quella è una delle grandi storie, quelle che contano di cui parla Sam. Ci sarebbe davvero troppo da dire e io non penso di avere la capacità e le conoscenze per farlo adeguatamente. Ho letto solo il primo dei libri e non vedevo i film da un sacco di tempo. So però che questa storia è grande e piena. Epica ed umana. Conoscerla fa solo bene perché parla di un tante cose che contano. Mi sono commossa più volte nelle 9 ore di questa trilogia e mi sono trovata a lacrimare alla fine di essa, alla partenza di Frodo. La musica della Contea, Concerning Hobbits, mi tocca dritta nel cuore, la sento molto vicina a me.
Non saprei che altro aggiungere se non “guardate questi film o leggete questi libri se non l’avete ancora fatto. Altrimenti tornate a trovarli!”

PS: I love Sam

Read Full Post »

Non ho visto le sue serie di maggior successo, ma AMO quelle che in Italia non si è filato nessuno. Quindi, nonostante ultimamente il mio interesse per i supereroi fosse un po’ andato scemando rispetto all’adolescenza, sapere che Joss Whedon ha sceneggiato e sta dirigendo il film degli Avengers, mi fa sperare che esca al cinema al più presto.

Read Full Post »

Il pianeta appresso era abitato da un ubriacone. Questa visita fu molto breve, ma immerse il piccolo principe in una grande malinconia.
“Che cosa fai?” chiese all’ubriacone che stava in silenzio davanti a una collezione di bottiglie vuote e a una collezione di bottiglie piene.
“Bevo”, rispose, in tono lugubre, l’ubriacone.
“Perché bevi?” domando il piccolo principe.
“Per dimenticare”, rispose l’ubriacone.
“Per dimenticare che cosa?” s’informò il piccolo principe che cominciava già a compiangerlo.
“Per dimenticare che ho vergogna”, confessò l’ubriacone abbassando la testa.
“Vergogna di che?” insistette il piccolo principe che desiderava soccorrerlo.
“Vergogna di bere!” e l’ubriacone si chiuse in un silenzio definitivo.
Il piccolo principe se ne andò perplesso.
I grandi, decisamente, sono molto, molto bizzarri, si disse durante il viaggio.

 Antoine de Saint-Exupéry
IL PICCOLO PRINCIPE

Read Full Post »

Nelle catacombe

Il Louvre

Amore e Psiche

Davanti al Pompidou

Io e Lui

Dalla Torre

Panorama notturno

Torre illuminata

La Giostra e la Torre

Da Montmartre

Vincent was here

Moulin Rouge!

Ritrattista a Montmartre

Davanti alla Torre

Dentro Notre Dame

Shakespeare & co

Accanto a Notre Dame

Propaganda

Ho comprato un carillon come quello di questo video ed è “favoloso” farlo suonare ♥

PARIS TOP 5:
– Libreria Shakespeare & co.
– Amore e Psiche di Canova
– Tour Eiffel
– Notre Dame
– Gli artisti di strada

Read Full Post »